Impara a dirti SONO NESSUNO … io NON SONO LA MIA STORIA, Non sono il mio Passato … e STARAI MEGLIO


 Se ti piace questo sito puoi  seguirmi da Facebook o Sottoscriverne i feed Rss

Ovvero, imparare ad abbandonare le etichette, identità e i ruoli assorbiti tramite condizionamento sociale … per reagire più liberamente agli stimoli esteriori

Essere nessuno significa essere liberi

.

Share

Il Refrattario: non parlargli di ideali


Share

Il refrattario o apatico è un introverso che spesso si isola, a causa della sua incapacità di comunicare con il suo prossimo, di partecipare alla vita degli altri, di condividere idee ed interessi. Gliene deriva una sensazione di impotenza da cui procede un malcontento invincibile.
Leggi il seguito di questo post »

Il Noncurante: vivere e lasciar vivere


Se il motto del Metodico è: “Non rimandare a domani quello che puoi fare oggi” quello del Noncurante sarà: “Non fare oggi quello che puoi rimandare a domani” (restando sottintesa la speranza che, nel frattempo, qualcuno un po’ più efficiente provveda e lo sollevi dal fastidio). Scarsamente emotivo, tende a vivere, come si dice, alla giornata. E tende a vivere, anche, meglio che può, perché è tutt’altro che austero, amando i piaceri dell’esistenza, alcuni moderatamente, altri più intensamente, ma tutti – in ogni caso- quanto basta perché in un modo o nell’altro riesca a procurarseli sempre e possibilmente senza fatica.
Leggi il seguito di questo post »

L’introspettivo: chiuso nella sua malinconia



L’introspettivo (o sentimentale) ha solitamente difficoltà a riversare sugli altri l’affetto di cui può essere portatore.

Emotivo e scarsamente attivo, come l’instabile, il personaggio che stiamo esaminando è dominato dal sentimento del passato, quindi dai ricordi e dalla nostalgia che ne derivano. Di conseguenza la sua emotività non si disperde per mille strade ma si coagula intorno alle memorie, tristi o liete,  ed è sensibilizzata dai colpi che la vita gli ha inferto: nessuno è indenne dai colpi, s’intende, ma l’introspettivo non riuscirà mai a dimenticarli. E reagire gli è precluso dallo scarso quoziente ad agire…
Leggi il seguito di questo post »

L’instabile… come una foglia al vento



L’instabile (o Nervoso) non è – solitamente – predisposto alla felicità, poiché è incapace di prefigurarsi il domani… può vivere nell’illusione di giorni migliori che in realtà difficilmente verranno per lui.

Più di ogni altro, questo tipo dovrebbe essere aiutato con ogni mezzo a modificare certi aspetti della sua personalità.

Leggi il seguito di questo post »

Il Metodico


Il metodico (o flemmatico) è il tipo psicologico abitudinario e prevedibile.

E’ uno che cammina piano, con passi lenti e misurati; che veste in maniera impeccabile, icoè senza la minima concessione all’estro individuale e in rigida conformità alle usanze; che è lento anche nel parlare e avaro di parole, ma si esprime con assoluta proprietà, non spreca gli aggettivi, non usa modi di dire esagerati, e la sua voce non cambia mai di tono; che ha un aspetto serio, qualche volta addirittura severo; che non muta mai d’umore; che rispetta la formalità; che non appare mai affannato, neanche quando ha da portare a termine un lavoro particolarmente gravoso, perché sembra che i suoi tempi non siano ma stretti, e tuttavia svolge la sua opera senza la minima fretta; che non si lascia distrarre da niente quando è occupato; che non perde mai la testa né le staffe, per nessuna ragione, evidentemente sostenuto da un equilibrio che impedisce l’insorgere di qualsiasi tensione interna.

Leggi il seguito di questo post »

L’Abile



Di tutti gli otto tipi della Scuola di Groningen è quello che parte, nella corsa alla vita, con le maggiori probabilità di successo. L’abile (o sanguigno), può anche essere poco intelligente, ma a un osservatore non troppo profondo sembrerà intelligentissimo per via di quel senso pratico eccezionale che lo caratterizza e che gli consente di scegliere subito, a colpo sicuro, la soluzione più interessante e più utile, in ogni caso.

Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: