ABC DEL VAMPIRISMO ENERGETICO



tramite l’attenzione che rivolgi a qualcuno/qualcosa esso ti aggancia e promuove il drenaggio della tua energia finché non ti schiodi da esso (sempre che non ti abbia già spremuto per bene).
Quel qualcuno-qualcosa può essere:
– una persona
– un gruppo
– un’abitudine (un’attività, una reazione disfunzionale o un comportamento che attui ripetutamente ma involontariamente)
– un ambiente (internet stesso – con i suoi infiniti quanto inutili regni virtuali – social media & compagny-  è un ottimo campo di drenaggio energetico)
– un’emozione (spiriali depotenzianti = sensazioni sgradevoli richiamano altre sensazioni sgradevoli)
– la mente (mediante convinzioni, pensieri, ricordi, preoccupazioni o aspettative inverosimili)

Credi di essere tu a controllare la mente?- David Simurgh


I ROMPIPALLE VANNO BUTTATI NEL SECCO O NELL’UMIDO?


Così come è necessario sbarazzarsi dei rifiuti alimentari, allo stesso modo occorre liberarsi di quei rifiuti  che inquinano la propria vita.

Sbarazzati il prima possibile di coloro che intasano il naturale scorrere della tua vita, essi sono come nuvole che oscurano il tuo cielo luminoso … Una volta fatta pulizia vedrai che ti sentirai molto meglio, più leggera e solare. Tra i rifiuti da eliminare vanno incluse le abitudini malsane, emozioni vili, sensazioni sgradevoli e pensieri deprimenti: tutta spazzatura che non ha alcuna utilità a parte quella  imbruttire la tua magnifica esistenza.

ADULTI = BIMBI CAPRICCIOSI


Guarda gli adulti come fossero dei bambini capricciosi:
il tuo modo di vedere modifica il tuo sistema percettivo, per cui se adotti questa prospettiva reagirai come se ti trovassi di fronte a dei bambinoni che fanno i capricci .

BIAS COGNITIVI


L’IO NON CONTA NIENTE


l’area del cervello legata al pensiero/ragionamento/intenzionalità (ego, mente conscia) si attiva 300 millisecondi dopo l’attivazione dell’area del cervello preposta all’azione: in altre parole ogni tua azione è già accaduta o meglio accade prima che l’io (attività del pensiero) sia in grado di registrarla (concettualizzarla, formalizzarla).
C’è un Processo Impersonale che s’incarica di ogni attività vitale e che precede qualsiasi intenzione individuale: la tua volontà è solo una constatazione di un processo interiore che avviene costantemente a tua insaputa. In pratica il Processo è sempre in anticipo rispetto alle decisioni del tuo io. L’io – o mente conscia – non fa altro che attribuire a se stesso ciò che il processo naturale ha già compiuto per conto suo.
Tu non fai niente, è il processo che si prende cura di chiunque e di qualunque accadimento.
Sbarazzati del micro dittatore che si annida in te: smettila di cercare di controllare ogni cosa, è una pretesa illusoria ma soprattutto controproducente.

CHI VUOI IMPRESSIONARE?


Chi stai cercando di impressionare?
Ogni giorno esci per esibirti in un circo sociale e poi cosa ne guadagni… a parte il gonfiore del tuo misero ego?
Vale la pena metterti in mostra come un manichino di fronte a un branco di guardoni capaci esclusivamente di valutare il tuo look, cioè la parte più superficiale della tua identità?
Ti prego, non cadermi così in basso

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 472 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: