FEDE = CERTEZZA SUPERIORE


la fede è semplicemente una forma “avanzata” di certezza.

Mentre la certezza ordinaria si basa su un’evidenza fisica, un’esperienza visibile, la fede si riferisce a un’evidenza o a un’esperienza il cui meccanismo intrinseco non è altrettanto visibile e tangibile quanto lo era nella certezza ordinaria.

Nel quotidiano sappiamo che a certe azioni esteriori seguiranno sicuramente alcune reazioni, così a livello più sottile ( o sub-atomico) possiamo accorgerci che a certi impulsi interiori seguiranno precise manifestazioni esterne.

La fede per cui è riconoscere che esiste un ordine implicito o una forza sottile che agendo dall’interno, cioè da una zona non propriamente visibile, produce determinati effetti visibili.

Aver fede non significa fidarsi ciecamente di qualcosa, ma sentire profondamente una connessione con qualcosa che muove i fili della nostra vita, manifestando per risonanza proprio ciò che sentiamo nel nostro mondo interiore.

Come recita la famosa massima:

ciò che hai nel cuore si manifesta nel mondo.

The Nightmare [Sub-ITA] (2014)

DAI TUTTO e DIMENTICATENE


Trattenere (le persone care, i meriti, gli oggetti preziosi) è una tendenza dell’Ego.
Compensa questa tendenza con una nuova attitudine:
DAI TUTTO e DIMENTICATENE

CARNE INANIMATA


Per avere una visione più disillusa della realtà, considera il tuo corpo e il corpo di qualsiasi creatura come carne inanimata in via di putrefazione.
Vedrai che ti passerà il desiderio e l’attaccamento verso quei decadenti ammassi carnali.
(Shantideva)

SOFFERENZA CONSAPEVOLE


il saggio comprende la sofferenza per espiare l’ignoranza
lo stolto subisce la sofferenza ricadendo di nuovo nella sua ignoranza

IMPARA A CHIEDERE NEL MODO CORRETTO


Nel porti le seguenti domande non devi darti  alcuna risposta, devi soltanto rimanere fiducioso nei confronti della Vita. Rimani nella domanda e fingi che l’Universo stia già intervenendo in tuo favore.
L’Universo sa molto bene cosa ti occorre, lo sa molto meglio di te. Per ricevere le sue soluzioni devi fare un passettino indietro e fidarti di quel che ti arriverà. Tu bada solo a rimanere in uno stato di ricettività, accoglienza, disponibilità, apertura a tutte le possibili soluzioni.

Le tue strutture mentali, il tuo “voler” anticipare ogni risposta è in realtà un ostacolo al flusso di risposte che ti stanno arrivando per vie traverse.

—>  il semplice chiedere è un atto che muove energia -> continuando a porre domande sposti con intensità l’energia e attivi il motore di ricerca inconscio verso le soluzioni migliori (spesso le più insolite, inaspettate, imprevedibili e bizzarre)

.

Scegli le domande che ti piacicono di più e prova a ripeterle più volte al giorno:

.

Se non fosse per i soldi, quale realtà sceglierei?

E se tutto quello che mi occorre/piace fosse già presente in questo spazio?

Come posso ri-modellare a mio favore l’energia di questa situazione?

come sarebbe se ogni vibrazione mi arricchisse?

come sarebbe ora se avvenisse una pulizia spontanea da blocchi/resistenze psico-emotive… pensieri limitanti, devitalizzanti?

Come sarebbe se io fossi disponibile a ricevere quantità illimitate di… ? (… denaro? … amore? …gioia?)

Chi sono oggi e quali meravigliose avventure mi attendono? Che cosa mi piacerebbe oggi?

Che cosa sarebbe magnifico che si manifestasse oggi?


Cos’altro è possibile?
Come può essere (ancora) meglio di così?


In quale realtà voglio vivere tra un anno, tra un giorno, tra un minuto?

come sarebbe se mi ricaricassi di energia creativa benefica in questo momento/luogo?

come sarebbe se ciò che chiedo mi arrivasse all’istante?
come sarebbe se potessi percepire con i miei sensi la prosperità?

in cosa sto per avere successo qui, grazie a quell’apparente fallimento?
cosa ho distrutto qui che creerà una possibilità più grande?
cosa so/posso fare ora che potrebbe trasmutare questa situazione?
–> “come sarebbe essere quell’energia che sblocca e trasmuta questa situazione?”
come sarebbe essere quell’energia che crea la tua realtà preferita?
come sarebbe essere quell’energia che (mi permette di…)?
se tu fossi quella stessa energia, cosa ti piacerebbe creare?

Cosa posso fare di Utile e Dilettevole nella prossima (in questa) ora?

cosa mi richiedono queste persone? cosa mi richiede il mondo? cosa mi richiede questa realtà? cosa posso fare per/dare a loro di ottimo? …

come può questa realtà (mondo/persona) adattarsi alle mie capacità/preferenze/ a ciò che è meglio per me?

come sarebbe se adottassi un punto di vista ancora più interessante e divertente?


quale realtà creerei se mi impegnassi con la mia vita?
che invito sei?
qual è la realtà che funzionerebbe per me?
cosa sto pensando o dicendo che crea la realtà che fa per me?
Quale contributo posso Essere per …?  per avere…? per creare…?
quale scelta posso essere se scegliessi me? .. per facilitare questa realtà/persona?

come sarebbe essere indefiniti?


cosa ci vorrebbe?
quale invito posso essere (per…)?

come sarebbe se la domanda fosse un pezzo di informazione e non la risposta?
come sarebbe se la domanda fosse quella modalità divertente con cui seguire l’energia della mia nuova realtà?
… se fosse quello strumento bizzarro per avere info per creare quello che mi piacerebbe?


cosa posso ancora creare che ancora non esiste e tutti stanno aspettando?

come sarebbe accedere a tutto quello che ho sempre saputo e portare in esistenza qualcosa di meraviglioso?


come sarebbe se la scelta non fosse né facile né difficile?

come sarebbe essere disponibile ad essere quell’energia che crea il contributo  richiesto in questo momento?

—————–

quale stupidità sto usando per rendermi sempre l’effetto delle scelte altrui? –> tutto ciò che è sorto su lo posso distruggere e screare? -> tutto ciò che mi sta limitando posso…?
come sarebbe se non facessi entrare la mia presunzione/storia personale?

quale modalità migliore posso scegliere?


come sarebbe se niente sarebbe giusto/sbagliato?
come sarebbe se non ci fosse niente di giusto/sbagliato in me?

questo giudizio mi appartiene?
–> a chi appartiene questo (…pensiero/emozione..) ?
cosa è vero per me riguardo questo…?


–> cosa è (giusto/meglio / Funzionale) (di/per me) che non sto vedendo?

Questo somiglia a ciò che mi piacerebbe creare, ascoltare, far sperimentare…?


che cos’è questo? che cosa ne faccio? posso cambiarlo in meglio? se sì, come?


come sarebbe lasciar perdere struttura, forma significato? … il dove, con chi, quando dovrebbe essere quell’esperienza?

come sarebbe abbandonare tutti i significati? … che ho dato a…?
come sarebbe senza risultato? come sarebbe abbandonare tutti i punti di vista…. lo scopo, la mission? … la comfort zone?

la mia energia è richiesta anche da qualche altra parte? chi mi sta cercando? dove?
se io fossi scelta totale, quale realtà potrei creare?

come sarebbe non definirla…? (ed essere nell’infinito mare di possibilità?)

Verità, com’è la situazione (… sentimentale tra me e…)?

Verità, (se scelgo questo) come sarà la mia vita nei prossimi (5min., 6 mesi, 5/30 anni, 300 anni)…?

(presta attenzione a quel che senti nei primi 40 sec.)

come sarebbe se (potessi)…?

come sarebbe non aver alcun timore – (punto di vista) (Aspettativa)…?

Cosa posso creare – ora – con gioia/ di divertente?

come sarebbe se ricevessi tot €, subito?

Questa è la… persona/cosa, luogo, lavoro per me?  –> se è divertente a pelle e da un senso di leggerezza, ok!

come sarebbe se tu non appartenessi ai soldi ma i soldi appartenessero a te?

Cosa posso fare di diverso oggi? … per…?

e se mi divertissi ancora più di così?

Come puoi portare qui, nel presente, quell’energia che vuoi sentire?

come sarebbe essere la domanda? … nello stato di apertura/accoglienza delle info cosmiche?

quale divertimento possiamo creare insieme?

———–

* cosa mi vuole comunicare l’inconscio con …?
a che cosa serve che io oggi sia (nato) così? … che mi trovi in queste condizioni?

E se dovesse andarti bene?

quale funzione d’onda stai facendo collassare in questo periodo?

su cosa ti stai appoggiando?

vuoi avere ragione o essere felice?

posso (scelgo di) essere in pace anziché…?

quali conseguenze (di ciascuna opzione) tra 10 minuti/mesi/anni?

c’è un modo/tecnica infallibile?
Cosa faresti se sapessi di non poter mai fallire?

* Qual è la tua paura attuale?

questa frustrazione (repressione) è indispensabile?

DOMANDE DI PULIZIA INTERIORE


Domande di Pulizia Interiore: “Chi sono io senza…?”

Da Riproporsi più volte durante la giornata:


“Chi sono io senza questo problema?”
“Chi sono io senza questo passato?”
“Chi sono io senza questa mente?”
“Chi sono io senza questo corpo?”
“Chi sono io senza questi bisogni?”
“Chi sono io senza questa persona?”
etc…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 449 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: