SAI CHI SEI?


non darti troppe arie, tu sei solamente un’impressione apparsa – e improvvisamente – scomparsa nel nulla:
tu vivi soltanto fino a quando il ricordo, i pensieri o tracce menestiche a te associate non svaniscono come impronte di sabbia cancellate dal mare o come una scia ricoperta da un manto nevoso…

LISTA DEI LUOGHI, PERSONE, ATTIVITA’ DI POTERE


*  Fai una lista di 5 posti reali (stanza, quartiere, città, poltrona) in cui ti sei sentito a tuo agio

 5 posti reali in cui ti sentiresti a tuo agio

5 posti immaginari (paradiso) o irraggiungibili fisicamente (cielo…) in cui ti sentiresti a tuo agio

—>  Visita ogni giorno uno di essi, percepisci le sensazioni positive di calma, sicurezza… porta in te e integra quelle qualità

*  Lista di cinque persone che ti danno energia.. Ogni giorno prendi il tè, passeggia o fai qualcosa insieme


*  Lista di cinque attività che ti danno piacere (comminare, cucinare, ascoltare musica). Fanne una al giorno


* seguendo regolarmente queste riferimenti le loro qualità diverranno parte naturale di ciò che sei

VIAGGIO ASTRALE, COSA CI BLOCCA?


Tra i numerosi blocchi qui ne prendo in considerazione due:

il primo è un blocco neuro-fisiologico, caratterizzato da meccanismi e legami chimici ostruttivi sul sistema nervoso, sulle ghiandole endocrine, sui chakra, sull’apparato respiratorio, etc… volendo riusciamo comunque ad esteriorizzaci sui piani più sottili, tuttavia sarebbe come saltare con una pesante zavorra che preme sulle spalle.

Per evitare questo primo blocco è sufficiente alterare la propria alimentazione… ad es. ridurre i solidi e aumentare i liquidi

il 2° blocco è a livello psico-emotivo ed è dovuto alla pervasiva convinzione che per muovermi ho sempre ed esclusivamente bisogno di introdurre pasta o carne nel corpo, altrimenti – senza questo carburante solido il mio veicolo fisico si sentirà debole e indifeso.
Il brutto è che ci si convince inconsciamente che anche per spostarsi sugli altri piani sia necessario cibo solido, in altre parole il voluttuoso pensiero diurno ossessionato con la necessità di mangiare “correttamente” produce un attaccamento mentale al corpo (piano fisico). Tale attaccamento (il piacere del buon cibo) inibisce – in molti casi, ma non sempre – l’abilità (di per sé spontanea) di sdoppiarsi consciamente.
La soluzione consiste nel non farsi sedurre dal cibo (o dalla solidità in genere), disinteressarsi pian piano dei fenomeni carnali e rendersi conto che con un po’ più di leggerezza fisica e psicologica è addirittura possibile avere più energia di prima, quando tutto era basato sull’elemento materiale della Terra.

Naturalmente attività di ginnastica dolce, meditazione, qi gong, yoga sono dei supporti importanti al fine di realizzare questo tipo di cambiamento.

Buon digiuno psicologico a tutti!

LU JONG – GINNASTICA TIBETANA


COME CREARE E MANIPOLARE LA TUA REALTA’


Creare Manipolare Realtà

VIVERE L’ATTIMO PRESENTE, slideshare


BREVIARIO ZEN: 10 CONSIGLI


https://fbcdn-sphotos-c-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0-9/s720x720/11024603_709323335845496_1196745651480489387_n.png?oh=ad12012a60f317e4074029a5f51b77ae&oe=55AB28B6&__gda__=1433631499_84b5f36fb75dd4d4a7599302dc4312de

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 412 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: