Henry Le Saux incontra Hariral (Poonja)



La prima volta che incontrai Harilàl fu nella grotta di Arutpàl Tìrtham, un venerdì 13 marzo.
Erano circa le quattro del pomeriggio. Ero seduto sul mio sedile di roccia fuori dalla grot­ta, quando vidi due uomini che venivano ver­so di me lungo lo stretto passaggio che stava tra la mia grotta e la casetta di Lakshmi Devi. Si presentarono e si sedettero accanto a me. Uno di essi era tamil, ma divenne subito chia­ro che era li solo per accompagnare l’altro, for­se anche solo per trovare il mio luogo di ritiro sul fianco della Montagna. L’altro era un bra­mino del Punjab, che ora viveva al Sud a Madras o Mysore, non mi fu chiaro dove. La sua famiglia l’aveva lasciato da qualche parte nell’Uttar Pradesh, nella pianura gangetica. Egli aveva conosciuto molto bene il Mahàrshi e aveva anche vissuto a lungo presso di lui. Ora era venuto a Tiruvannamalai per due giorni e stava vicino all’àshram in una dépendance del bungalow del dottor Syed.
Questo bungalow si trovava a circa tre chi­lometri dal mio eremo e i sentieri erano diffi­cili, perciò chiesi:
— Come siete arrivati fin qui? Chi vi ha parlato di me? Chi vi ha indirizzato alla mia grotta?
— Tu mi hai chiamato – rispose guardan­domi diritto negli occhi – e sono venuto.
Al che sorrisi con aria piuttosto scettica, ma egli continuò con assoluta serietà:
— Te lo ripeto: sei tu che mi hai chiamato. Il Sé attira il Sé. Cosa altro ti aspetti?
Parlammo del Maharshi, del suo insegna­mento e dei suoi discepoli. Era perfettamente al corrente di tutto. Accanto a me c’erano al­cuni libri, compresa la Bhagavad-Gìtà e le Upanishad, dalle quali facevo volentieri delle citazioni ai miei visitatori. Infatti l’anno prece­dente avevo avuto un’esperienza con un pe­dante bramino di Tanjore che aveva abbando­nato la sua aria altera solo dopo che gli ebbi recitato tutto in un fiato i nomi delle principa­li Upanishad. Allora non avevo ancora ricevu­to l’energica lezione dell’Avadhuta di Tìrthamalaì!
Come la nostra conversazione passò dal Mahàrshi alle Scritture, presi uno dei miei li­bri per citarne un testo, dato che non ho la memoria degli indiani che sono in grado di tenere tutto a mente. Aggiunsi che avevo co­minciato a studiare un po’ di sanscrito per riu­scire a comprendere meglio questi testi.
— Ma a che serve tutto ciò? – mi chiese Harilàl bruscamente -. Tutti i tuoi libri, tutto il tempo perso a imparare le lingue! Con quale lingua si conversa con l’àtman?
Mentre cercavo di difendere il mio punto di vista, egli intervenne di nuovo: Leggi il seguito di questo post »

IMBOCCA L’USCITA DAL SAMSARA


Hai intenzione di girare a vuoto ancora a lungo?

Non hai la nausea a forza di vagare nella rotonda del samsara?
Non sei stufo di replicare le medesime fesserie giorno dopo giorno, vita dopo vita?
Quand’è che punti alla libertà?

Cosa aspetti ad imboccare l’uscita?

Superare gli ostacoli della vita: Il segreto della quinta vertebra


INDOSSA LE CUFFIE E RILASSATI


SOGNI LUCIDI


https://i0.wp.com/www.gazduna.com/wp-content/uploads/2012/10/Noah-Kalina-remix-by-Toko-Design.jpeg

A un certo punto ti svegli dal sogno e dici:

“Wow, ma come, la maggior parte della realtà è invisibile e nessuno mi ha mai detto nulla!”

—>   LISTA DI FILM SU SOGNI LUCIDI – PROIEZIONI ASTRALI – OOBE

—->    SUGGERIMENTI PRATICI

—–>    GRUPPO SOGNATORI LUCIDI

ESPERIMENTI BIZZARI CHE PUOI FARE NEI SOGNI LUCIDI

Provare a modificare il proprio umore, magari con un telecomando

– Sdoppiarsi e controllare all’unisono entrambi i corpi, parlare con se stessi, abbracciarsi
– Viaggia nel tempo
– Guarire imponendo le mani
– Fare surf sopra ad uno tzunami
– Entrare in un libro o un film e cambiare quello che non vi piace
– Scambiare il proprio corpo con qualcuno
– Provare a rivivere il primo bacio
– Costruire un edificio schioccando le dita
– Diventare minuscoli, entrare nel corpo di qualcuno e osservarlo
– Aprire i tuoi chakra come fossero ombrelli
– Nascere su un altro Pianeta
-entrare nel cunicolo che porta nella mente di un’altra persona (vedi il film Essere John Malkovich)
-entrare nel cunicolo che porta nella propria mente

Leggi il seguito di questo post »

LA NOSTRA REALE ESISTENZA


C’è una guerra costante tra la carne e lo spirito e questo continuerà fintanto che tratteniamo qualunque misura di identificazione col corpo. Notate quanto spesso provate ad applicare qualche verità metafisica ad un problema umano e scoprirete la ragione del conflitto dentro di voi. Il nostro obiettivo è l’ottenimento di una armonia spirituale piuttosto che una continuazione di un senso materiale dell’esistenza con più comodità e agio.
E’ solo con la pratica spirituale e lo studio che alla fine diventiamo consapevoli di un conflitto interno. Ci godiamo momenti di picco e poi sprofondiamo nelle valli dell’incertezza; otteniamo vittorie e poi facciamo esperienza del fallimento; alterniamo tra apparenti bene e male, successi e fallimenti, spiritualità e mortalità. Questo è il conflitto interiore che diviene evidente come la lotta tra la carne e lo spirito. Questo finirà soltanto quando abbandoneremo il senso di identificazione con un corpo mortale e otterremo la coscienza dell’esistenza spirituale.
Un giorno qualcosa accade interiormente. La coscienza si espande e vede ciò che prima era invisibile. Si avverte un flusso di calore; una presenza mai conosciuta prima che diviene davvero tangibile, davvero reale. Di solito questa è una esperienza fugace tanto che qualcuno potrebbe non essere addirittura certo che sia accaduta. Indugia nella memoria ma più come un sogno che come una attualità, finchè non accade ancora, e questa volta più chiaramente, più definitamente e forse più a lungo.
Gradualmente sorge nella coscienza la realizzazione di una presenza che era già presente, che può essere avvertita come strisciante sullo sfondo della coscienza. Le persone o i poteri che finora erano stati temuti ora scompaiono dalla vista, dalla propria esperienza di vita, oppure sono percepiti come senza potere. I desideri divengono meno acuti. Le paure evaporano.
A questo punto la presenza interiore è divenuta simile a un potere. Da una presenza occasionale è diventata consapevolezza costante. Le forze del dolore e del piacere insite nelle esperienze diminuiscono, laddove si diventa consci di un potere interiore che produce e governa le circostanze della vita esteriore armoniosamente e fruttuosamente. Non c’è più paura dei mali del mondo esterno né l’attaccamento intenso ai piaceri del mondo.
C’è una costante gioia interiore che non ha bisogno di nessuno stimolo esterno.
Nel trovare la sua vita interiore l’uomo trova pace, gioia, armonia, sicurezza. Anche in mezzo a un mondo che cade a pezzi egli si erge, saldo, intoccabile,  vera e propria manifestazione dell’essere immortale.

C’è un andare e venire senza un senso di spazio o tempo, un crescere senza gradualità, una realizzazione senza oggetto.
In questa coscienza il senso di finitezza scompare e la visione è senza limiti, la vita è vista e compresa come liberata dalle sue catene e come una bellezza senza limiti.
In questa luce vediamo senza gli occhi, sentiamo senza orecchie, capiamo cose che prima non potevamo capire. Qui non ci sono premi né punizioni. C’è solo Armonia.

 

(Brano tratto da The Infinite Way, di Joel Goldsmith)

APPUNTI SU COME RECUPARARE LA VISTA



appena gli occhi si rilassano, anche il corpo-mente si distendono – W. Bates


Indossa quotidianamente gli occhiali stenopeici (minimo 5 minuti)

Test oculista ogni 6 mesi per verificare i progressi

stretching muscoli extra-oculari, cioè di tutto il corpo

* PALMING = da pochi min. a un’ora… + brevi intervalli a occhi chiusi –> Palming + MANTRA

—> SUNNING + Palming + Sunning + Palming etc…

* MASSAGGI 1 + Asciugamano (o spugna) e Acqua calda-fredda +
* shifting (micromovimenti continui
JUGGLING = lancia in aria pallina o rimbalzala e guarda avanti… poi con un occhio

Leggi al contrario –> fermi dialogo
capovolgi il riquadro + opzionale, guarda solo spazi (grandi/piccoli) bianchi (sfondo) ignorando le scritte

pensa a un colore -> apri occhi –> cerca quel colore

distingui a distanza le figure delle carte… oppure un calendario

occhi chiusi -> disegna sul palma le lettere

conta rapidamente una serie di cose (dettagli, oggetti, fiori, libri…)

Lettera in evidenza -> Ricordo (occhi chiusi) -> Confronto Lettera

dondolio dell’elefante

8-10 volte –> Guardiamo a sinistra (alto e diagonale) e poi davanti a noi, dopodiché a destra (basso o diagonale) e poi spostiamo ancora al centro

muoviti a occhi chiusi

* Tabella Numeri Casuali = trova e cronometra dal n° al num.
* rotazione oraria e anti (aperti poi chiusi) -> quadrante immaginario 24 ore

* mezze lune
* gazing + check = rapida occhiata poi indovina
* diagonali + infinito
* andi-rivieni del dito
* Squeeze + blink = chiudi e stringi forte per 3 sec. poi blink… poi ri-squeeze e blinka
* Swinging (oscillare): per rilassare gli occhi e manteneili mobili, dondolatevi da un piede all’altro con gli occhi fissi su un punto lontano. Ripetete I’esercizio 100 volte al giomo e, mentre oscillate, sbattete le palpebre impedmdo di fissare e affaticarsi.

* Splashing (sptuzzare) al mattino h2o calda e poi fredda 20 volte, la sera inizia con la fredda

* shifting (focus vicino e lontano)

* una matita per mano, vicina e lontano – focus 10 sec. ciascuna

* notte-> disegna infinito + geometria + simboli
* serra e spalanca palpebre
* visualizza puntino nero
* mov. saccadici = controlla gli occhi (non farti incantare/sedurre) –> spolvera lo sguardo -> muovi la testa mentre guardi
* vista – liv. inferiore (a terra) – medio + superiore (2 mt, edifici, cielo)
* stenopeici = leggi, al computer –> 5/10 min. al giorno… poi 30 min… poi 2 orette spezzate
* Oscillazione dito-testa = occhi chiusi, oscilla la testa notando lo spostamento del dito immaginario… poi apri occhi e prosegui senza fissare il dito
* delinea l’ambiente con un dito
* 10 volte -> inspiro matita verso (15cm) + espiro matita via

* fissa il mirino e allontana le matite (una per mano) oppure (guarda la mira e sposta la matita avanti-indietro)

* blinking (battere le palpebre + battete le palpebre rapidamente guardando il cielo) –> Skying = oscilla, massaggia fronte e collo sbatti ciglia guardando cielo
* + flashing (rapide occhiate e richiudi rammentando) +

* CRB (spalanca, rilassa, sbatti e focus)

*

* visione periferica (guarda lontano con le mani ai lati in lento moto)

*

* palpebre un po’ abbassate
*

*

* segui contorni + tracciali con il dito, toccandoli

* Durante il giorno
* evoca la parola chive –> RILASSAMENTO… RIPOSO
* Com’è la sua aura?
* Amo guardare questo… –> questa mi aiuterà a vedere meglio

* In palming o in meditazione profonda , fecondati con affermazioni :

–> Grazie occhi, state facendo un ottimo lavoro

–> la visione è un impulso naturale, avviene da sé, senza sforzo –> i miei occhi amano vedere –> possiedono la forza risanatrice della natura -> si auto-risanano

–> Castaneda

—> RILASCIO le tensioni -> RILASSAMENTO –> RIPOSO

–> Bella Vista = Bella Vita

–> io vedo l’aura

* come sarebbe se adottassi un punto di vista ancora più interessante e divertente?
* come sarebbe abbandonare tutti i punti di vista… lo scopo, la mission?
* –> cosa è (giusto/meglio / Funzionale) (di/per me) che non sto vedendo?
Quali cose che amo riesco a vedere intorno a me? E quante riesco a vederne?

Dove mi inchioda questa visione?

–> la chiarezza è la condizione naturale –> quando sono rilassato io vedo (più) chiaramente –> la chiarezza esiste qui ed ora, (non devo aspettarla) perché è sempre disponibile –> la chiarezza è libertà —> la chiarezza è ciò che è vero per me -> agisco partendo dalla chiarezza —> mi piace vedere chiaramente —> è sempre più facile vedere chiaramente -> io scelgo la chiarezza totale -> tutto mi conduce alla chiarezza -> l’accettazione e l’amore portano alla chiara luce -> il lasciar andare permette il ritorno alla chiarezza -> l’accettazione rilascia la tensione, aumenta il relax, favorisce la chiarezza -> ogni giorno io sperimento la chiarezza -> io ricordo la chiarezza e ritorno alla chiarezza –> la chiarezza visiva è un riflesso della chiarezza ad altri livelli -> -> illuminare la mia vision è più facile di quanto pensassi —> io vedo/amo/contemplo la chiara luce –> ho fiducia nella chiara luce –> Grazie Chiara Luce –> la Chiara luce risveglia la Visione

—> —> io sono determinato a vedere

–> io sono libero di vedere –> mi permetto di vedere la realtà –> io scelgo di vedere l’amore -> ciò che vedo è un messaggio divino

–> Accetto ciò che vedo –> accetto nuovi modi di pensare/vedere –> constato che ogni giorno vedo più nitidamente

–> ogni giorno, in ogni modo, vedo sempre meglio –> vedo miracoli-alternative/soluzioni –> la mia vista migliora ora –> vedo che ogni cosa funziona perfettamente

–> so che le mie esperienze mi conducono a una chiara visione –> persino l’esperienza della non-chiarezza mi ricorda la chiarezza

–> il mio sguardo si estende all’infinito –> afferro tutto con uno sguardo –> il mio sguardo comprende ogni cosa -> i miei occhi contengono l’universo –>

—> tutto ciò che vedo è il risultato dei miei pensieri –> solo con il cuore vedo correttamente

—-> Vedo Oltre —> Vedo in profondità –> l’invisibile … -> vedo in modo naturale, confortevole -> VISIONE LUCIDA-Consapevole

–> i miei occhi hanno una perfetta capacità accomodativa –> mettono a fuoco automaticamente ogni immagine

Mi libero tramite il vedere, l’udire, il ricordo
veder è aver visto

voglio vedere quanto in là posso arrivare

vedo bellezza e splendore ovunque

vedo dietro le apparenze

vedo Dio… lo Spirito…. il flusso… le emanazioni dell’Aquila… l’ignoto.. l’infinito

vedo i campi (bolle) di energia

spalanco l’occhio divino

per vedere l’essenza divento l’essenza
metto a nudo la vera natura
posso vedere solo ciò che accetto, acetto Tutto
la mia Vision determina le mie azioni
guardo dritto negli occhi
Col corretto flusso del prana si ha una visione uniforme
vedo la realtà così com’è, senza il velo di maya
rendo chiara la mia visione
intendo vedere
il mio Vedere è immediato, diretto, senza giudizi
vedo la totalità di me stesso
vedo l’Assoluto
riconosco che la luce è (già) accesa
riconosco il mio sé
riconosci che non c’è nulla da riconoscere
vacuità = riconosci che non c’è nulla da vedere

i muscoli dei miei occhi sono forti ed elastici –> i miei occhi sono rilassati e riposati

—> “Ogni volta che sbatterò le palpebre, gli occhi si metteranno a fuoco (… come l’obiettivo di una macchina fotografica)”

—> Quando sono diventato miope, che cosa non volevo vedere? —> c’è qualcosa che ancora non voglio vedere?

Rilassati e aspetta che siano le lettere a venire da te, non il contrario.

* Non pensare/fare a due cose contemporaneamente. Questa abitudine affievolisce il fuoco mentale e, con esso, quello visivo.
Col ricostituirsi della vista, anche la memoria (visiva) ritorna. Esercita perciò la memoria visiva ricordando la forma di oggetti visti in passato.

—> digita aforismi su tastiera immaginaria

—> immagina che i il bulbo assuma la sua forma naturale sferica, con la fovea sulla retina —> immagina di lucidare lo schermo opaco togliendo gli strati sottili della bolla percettiva –> dall’oculista vedi tutte le lettere, lui si congratula stringendoti la mano —> oscillazione disco sulla cordina

* Atteggiamenti psico-fisici peggiorativi
* Usa la consapevolezza acquisita per evitare le cattive abitudini
* contrarre tutto il corpo + trattenere il fiato + occhi spalancati —> leggi contando a ritroso + racconta bugie, porta attenzione sulle scocciature

* POWER VISION SYSTEM
* ROTAZIONI ESTREME FISSANDO UN PUNTO oltre i 3 metri.

* Contrazione/Rilassamento/Battito = spalancando gli occhi per poi rilassarli annullando la contrazione, aumentando poi il rilassamento con il normale battito delle ciglia.

* 30 min. circa di SAID (dell’Adattamento Specifico alla Doman- da Imposta) mediante il sapiente uso di lenti di gradazione opposta a quelle correttive (positive per i miopi e negative per gli ipermetropi) e il movimento oculare CRB. —> David con una miopia di 0,50 per ciascun occhio era arrivato a leggere con occhiali con lenti positive da 1 o 2 gradi (circa +4 diottrie ?)

contempla bellezza (… quadri, natura)

lenti correttive = dipendenza artifizio esterno, limita il campo visivo

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 460 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: