MEDICINE DELL’ANIMA


assumi (mentalmente) questi psicofarmaci… (non presentano controindicazioni, forse l’unica è l’eccessiva rilassatezza):

lascio andare il bisogno di controllare (me stesso, gli altri o la vita)
lascio andare il bisogno di approvazione
lascio andare il bisogno di sicurezza
rilascio il mio passato

P.s.
posologia –> assumere gli psicofarmaci regolarmente, se possibile ogni giorno.
per qualunque dubbio, affidati al tuo sciamano di fiducia.

BIZZARRA ROUTINE BIOENERGETICA


mi fa schiattare sto coach… ha delle intuizioni carine

 

AL CUOR NON SI COMANDA


La frequenza standard del ♥ è definita a 72 battiti al minuto, e nessuno può andare più veloce del proprio cuore senza perdere la propria natura.
Non opprimere il ♥ seguendo il ritmo innaturale di un sistema artificiale.
Impara a rispettare il ritmo naturale del tuo ♥. Muoviti seguendo il tuo ritmo interiore.
Non sei tu a dover seguire le lancette del tempo, è il tempo che deve seguire il battito del tuo cuore.
E’ il ♥ che deve scandire la tua giornata, le tue scelte e le tue azioni.
Sostituisci gli orari fissi obbligati da cronos con gli orari flessibili sussurrati dal ♥

PROMEMORIA PER VIAGGIATORI GALATTICI UN PO’ SMEMORATI


il Cielo è la tua Casa,
sei qui, sulla Terra, soltanto in vacanza.
Hai preso in affitto un veicolo (il corpo) per viaggiare da una località all’altra.
Durante questi spostamenti non dimenticare la tua vera residenza.
Ogni tanto guarda in alto e ricordati da dove provieni: lo Spazio sconfinato.
Quello sarà il luogo in cui ritornerai.
Come chi si sente perso o lontano da casa ma poi ritrova la via di casa, passerai dalla disperazione del disorientamento all’incredibile sollievo di essere arrivato a Destinazione.
Gioisci subito! … Sei a Casa!

Distenditi sul tuo lettone e goditi il riposo eterno

E’ SEMPRE LI’ CON TE, TI SOSTIENE, TI MANTIENE IN VITA… E NON GLI PRESTI MAI ATTENZIONE, MAI UN GRAZIE!


è sempre lì con te, ti sostiene, ti mantiene in vita: chiudi gli occhi ed è lì con te, apri gli occhi ed è di nuovo lì con te.
Prima di entrare in questo corpo era lì con te, mentre hai abitato il tuo corpo è stata lì con te, dopo aver lasciato il corpo sarà ancora lì con te: ti accompagna ovunque, non ti abbandona mai.

E tu non gli presti mai attenzione, mai un grazie, nessuna gratitudine, non gli dedichi neppure un attimo.
Quanta irriconoscenza, arroganza, menefreghismo nei confronti della Presenza più importante della tua vita.
Che paradosso! … E’ la Presenza più affidabile che ci sia, la migliore!, però la tratti come fosse l’ultimo dei tuoi interessi, anzi non ti accorgi neppure della sua esistenza.

Ps.

Abbiamo un bisogno viscerale di vicinanza (fisica.affettiva) eppure facciamo di tutto per allontanarci.
Nel dubbio ama chiunque sia vicino a te, innamorati della prima persona che capita, poi della prossima e di quella successiva.
Non importa chi o cosa sia (animale, pianta, insetto, terra, acqua, l’aria che respiri, la tua sedia): è li con te, ti sta facendo compagnia, ti sostiene (a modo suo) quindi cerca di volergli bene.

NON DUALITA’ – PAUL SMIT


 

 

 

UN SEMPLICE STARNUTO DEL CIELO (Spirito) E’ SUFFICIENTE A POLVERIZZARE LA TERRA (Materia)


Raramente riflettiamo sulla portata di una buona riflessione: già il riflettere è un atto che molti non riescono a compiere nemmeno sforzandosi, figuriamoci il riflettere su una propria riflessione.

Ebbene oggi riflettevo sugli effetti che alcune riflessioni hanno avuto su di me e per esperienza posso affermare con decisione che alcune riflessioni possono letteralmente salvarti la vita.

Ovviamente non mi riferisco a riflessioni da parrucchiera o  bar dello sport – più che riflessioni quelle sono aria fritta.

Mi riferivo ad alcune considerazioni che alcuni di noi si fanno nei momenti salienti – spesso critici – della propria vita.  Quelle domande che mai rivolgeresti a qualcuno perché  sai già in partenza che ti prenderebbe per pazzo.

Paradossalmente sono proprio quelle folli considerazioni  che ti consentono di trovare una certa lucidità.

Sono quelle antiche riflessioni astratte che ti portano a comprendere meglio la realtà concreta di tutti i giorni.

Chi bazzica un po’ questo blog sa a cosa mi riferisco..

La riflessione di oggi era partita da alcune esperienze che ho avuto in questi giorni. Queste recenti esperienza avevano consolidato il valore di alcune semplici indicazioni che ho ricevuto ultimamente.

Senza scendere nei dettagli, l’indicazione che mi sento di dare io è quella di riflettere sul significato del titolo di questo articolo.

A differenza di altri post, questa volta non mi metterò a dare spiegazioni ma lascerò che siate voi stessi a riflettere su come e perché “un semplice starnuto del Cielo può polverizzare tutta la Terra”.

Al di là del senso letterale (o metereologico), Cielo e Terra rappresentano per ognuno di noi qualcosa di molto importante.

Il fatto che basti un soffio di pura Coscienza per far crollare ogni nostra certezza materiale dovrebbe ogni tanto indurci verso qualche domanda profonda sul come “conviene” vivere la propria realtà.

Sapendo che tutto (la tua vita comprensa) non dipende dai  nevrotici cambiamenti d’umore del mondo materiale ma dalla vigorosa volontà di questo misterioso Cielo (mondo immateriale), non credi sia opportuno stabilire e consolidare una connessione con tale dimensione?

Riflettici!

Ps.

Tenete a mente la parola “perseveranza”… Essa sarà  la chiave magica per aprire le porte del Cielo

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 468 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: