RILASSATI… IL RISULTATO FINALE NON CAMBIA

Il risultato finale è sempre lo stesso, non cambia mai – indipendentemente da quello che hai fatto o non fatto.

Hai agito in un modo ma avresti voluto agire diversamente?
Non preoccuparti, il risultato finale è comunque identico.

Ti eri espresso male e avresti preferito dire altro o tacere?
Rilassati, il risultato finale non cambia.

Ti senti in colpa perché ti sembra di aver rovinato un lieto fine?
Tranquillo, il risultato finale sarà sempre un lieto fine.

In poche parole l’intoppo non sta nell’incapacità di agire correttamente ma nel persistere a fissare un risultato parziale/intermedio anziché considerare il risultato finale.

Sicuramente la “visione” o “percezione” del risultato finale non è alla portata dei sensi fisici, non può essere elaborata dal nostro processore cerebrale e di conseguenza sfugge alla coscienza ordinaria. Per la coscienza ordinaria – che vede soltanto una fettina di realtà dopo l’altra – i risultati non sono mai pienamente soddisfacenti. Magari vanno bene ma ci lasciano uno strano retrogusto, un cattivo sapore.

Durante le fasi intermedie [vita quotidiana] si avrà sempre l’impressione di perdere qualcuno/qualcosa e guadagnare qualcos’altro, di salire verso la vetta e poi sprofondare, di subire sconfitte e poi ottenere vittorie, ma queste sono appunto ‘impressioni’ parziali di un processo molto più vasto.
Siamo impulsivamente portati a credere che il risultato attuale sia frutto di qualche nostra azione o inazione, decisione o indecisione, per cui ci struggiamo ogni giorno nel tentativo di ‘ottenere’ un diverso risultato, mantenere una buona prestazione. Da un lato è logico puntare continuamente al successo (buona salute, relazioni positive, etc.) dall’altro è sconveniente credere che non si possa aver successo… In senso lato non si può mai fallire, ergo il risultato finale è sempre un successo. E’ il successo per eccellenza nel senso che raccoglie in sé tutto ciò che è già ‘successo’ e che succederà.

Banalmente che tu mangi una pietanza oppure una schifezza, il risultato finale sarà identico: digestione e defecazione. Di positivo c’è che puoi gustarti un risultato intermedio piuttosto che un altro, ma ad ogni modo conviene maturare già da subito la consapevolezza del risultato finale. Certamente l’ideale sarebbe usufruire continuamente del risultato intermedio ottimale, ma questo non è uno scenario molto realistico. L’atteggiamento più saggio sta nel compensare o neutralizzare sistematicamente la dissonanza cognitiva (i dubbi su ciò che dipendeva o meno dalla nostre decisioni) con questa intuizione del risultato finale invariabile.

Puoi sbatterti come un dannato o non fare una mazza ma il risultato finale rimarrà invariato.
Immagina di dormire per 100 anni e di svegliarti all’improvviso come uscito da un coma interminabile: ebbene, non ci crederai ma non è cambiato niente. All’apparenza le manifestazioni mondane saranno diverse, le mode e le tecnologie saranno cambiate, i beni che possedevi e le persone che conoscevi non ci saranno più… ma se scruti più a fondo gli strati della realtà ti accorgerai di come fondamentalmente niente sia cambiato, le leggi fondamentali e i meccanismi psico-fisiologici -quelle che muovono i fili della realtà – sono sempre quelli:
il mondo continua a girare come prima, la gente replicherà esattamente le stesse strutture, la natura, gli animali e i vegetali (se non saranno estinti) seguiranno i medesmi cicli.

Al fine di mantenere costantemente una condizione di calma interiore – in qualsiasi frazione spazio/temporale – tieni semplicemente a portata questa consapevolezza: il risultato finale non cambia.
Rilassati in questo riconoscimento e nella dolce sensazione che esso ti dona.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: