APPUNTI SUL “SENSO DELL’IO”

*
molti sono vittime di una struttura/energia latente/nascosta/imponderabile che mediante un movimento avvicinamento-allontanamento da una forma ideale accresce il senso dell’io sono meglio (sensazioni +) o peggio (emoz. neg.) di quel modello
* ogni volta si produce una dicotomia/lacerazione immaginaria rispetto alla (mia) modalità espressiva precedente
* tale localizzazione (il mio valore è “sopra-sotto” i la media) induce un’altalena tra delusione (esaltazione) e poi sofferenza (eccitazione)
* questa oscillazione risulta (nel complesso) stressante/frustrante, devitalizzante
* in assenza di lucidità-consapevolezza si passa da un inferno all’altro –> cercando di conformarsi allo special one (campioni o casi esemplari) o adeguarsi al tugurio (società)

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: