NON ROMPERE L’INCANTO

Per un bambino, non fare nulla non significa essere inattivo, ma semplicemente fare qualcosa che “non ha un nome”.

Se Tu-“adulto”- trovandoti di fronte a un bimbo di sei anni gli chiedi “Che cosa stai facendo?”, Lui – bambino – ti potrebbe rispondere “Nulla.
Stava contemplando un particolare della natura e senza farci caso ti ha semplicemente risposto “Non sto facendo nulla”. Tuttavia in quel nulla c’era un senso di pienezza. Il bambino era pienamente assorto nella bellezza dell’attimo e poiché per i bambini è la cosa più facile del mondo – una cosa da nulla appunto – rispondono “Non sto facendo Nulla”. Per gli adulti invece quel nulla è la cosa più difficile da comprendere per gli adulti. Gli adulti hanno costruito intere religioni, istituzioni gigantesche, insegnamenti e dottrine “segrete” tutte finalizzate a raggiungere quel misterioso senso di Grazia che i bambini vivono spontaneamente.
Ritorna a quel momento di serenità assoluta rifiutandoti di dare un’etichetta a tutto quello che fai.
Esercitati nel “non dare spiegazioni”.

Le analisi “da adulti” finoscono col far svanire quel magico senso di pienezza e rompono l’incanto che stavi provando.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: