PIPPONE MENTALE DEL GIORNO

Pippone mentale del giorno:
A un certo punto della tua esistenza hai la sensazione assurda di saltare da una vita parallela all’altra, da un binario all’altro nel giro di pochi secondi.
All’inizio è un po’ inquietante perché sembra che tu non possa scegliere in che binario finirai, poi però ci fai il callo. Da un lato te ne sbatti grazie ad un’autostima magistrale che ti tutela dagli scombussolamenti legati alle relazioni fenomeniche, dall’altro ti senti quasi impotente e trafitto da lance invisibili o meglio avverti direttamente l’impermanenza, il senso profondo di quel principio, comprendi il motivo per il quale certi fenomeni possono indurre disperate crisi di identità (… il mondo ne è pieno).
Se sei forte tutto questo un po’ ti diverte, un po’ ti sbalordisce: ti senti come Jim Carrey in Truman Show, il film si manifesta davanti ai miei occhi.
E’ ragionevole che la maggioranza faccia finta di niente, ne uscirebbe mentalmente devastata, ecco quindi in azione miriadi di meccanismi di difesa inconsci che rendono la realtà più “accettabile” e “coerente”.
Senza una buona dose di follia controllata conviene veramente barricarsi in una prigione mentale fatta di “costanti” e “consolatori” punti di riferimento, altrimenti – se i più vedessero la realtà – subirebbero ingenti danni al sistema nervoso.
Quelli che invece integrano entrambi i lati dell’universo – quello raccapricciante e quello stupendo – si accorgono di quanto sia meravigliosa la vacuità.
Realizzi  che ciò che hai creato con fatica e dedizione in molti anni si può dissolvere, anzi si dissolve senza ombra di dubbio, in una manciata di secondi o forse si è già dissolto nello stesso momento in cui lo hai generato.
E’ naturale che molti per evitare di vedere questo dissolvimento incessante compiano quotidianamente degli sforzi esagerati, al fine di colmare quella perdita e quel vuoto  insopportabile ci montano su tutto un universo, il più compatto e consolatorio possibile.
Se ci si svegliasse davvero le apparizioni scomparirebbero e si vedrebbe qualcosa di indescrivibile. Che sia questa la caduta del velo sorretto dall’incessante dialogo o descrizione del mondo?
O_O
Alla luce di ciò come fai di nuovo a recitare la medesima caricatura, a fare l’ipocrita con te stesso? Come puoi tornare a dormire, chiudere gli occhi e fingere di sonnecchiare, di averne bisogno di quei surrogati, di necessitare di sognare ancora e ancora, di dover partecipare ad altre fiction oniriche???

Perché non ti adagi semplicemente in quella vacua consapevolezza, osservando serenamente lo scorrere e l’andirivieni di quei fantocci?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: