VITTIME DI SE STESSI

L’io per cui stai patendo è tutta una montatura:
come l’hai montato, così puoi smontarlo.
Anche se hai impiegato anni a costruirlo, ti bastano pochi secondi per smantellarlo, soltanto qualche colpetto secco nei punti giusti e l’intero castello di sabbia crolla.
Ovviamente quel che crolla è ciò che hai costruito, non ciò che sei veramente: “Quello” rimane sempre, non viene mai scalfito
P.s.
Come ci si sente a sapere che tutta la tua esistenza si è basata su una tragicomica montatura?
Che tutto l’assetto sociale, politico/economico, religioso/spirituale è fondato su una gigantesca montatura?
Che sei sempre stato vittima di una montatura millenaria, creata da te?
Alla Luce di ciò cosa farai: continuerai a fare il muratore maldestro, diventerai un architetto raffinato oppure un demolitore implacabile?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: