L’EVOLUZIONE COMPORTA IL CONFLITTO

Guerra o pace sono termini limitanti per descrivere le dinamiche che soggiaciono ai raporti di qualunque natura.
Il conflitto (che significa “far incontrare”, “sbattere contro”) è inevitabile, c’è sempre stato e sempre ci sarà.
L’incontro con l’altro richiede sempre un urto (anche se debole e innoquo, sempre di urto si tratta).
La manifestazione comporta l’urto di due elementi primordiali, la cui interazione dinamica porta a generare un terzo elemento.
La natura procede quindi per via conflittuale (cioè per mezzo di interazioni costanti). Ogni azione è di per sé conflittuale poiché il suo movimento urta (spesso accidentalmente) altri aspetti della realtà. Entrare in contatto significa proprio questo, urtarsi a vicenda.
E’ così che (subatomicamente) si costruisce la realtà, ed è così che socialmente si stringono amicizie, si instaurano relazioni affettive o lavorative.
Così si sviluppa l’universo.
Ovviamente occorre regolare l’intensità degli urti.

Il semplice sfiorare i petali di un fiore produce un piccolissimo urto; lo schiaffo invece è un urto più intenso. Quel che conta è capire che si tratta di conflitti, più o meno forti oppure leggeri, ma sempre di conflitti si tratta.
Non esiste l’urto buono o cattivo, esiste solo l’urto… lieve o intenso.

Immagina di essere una particella: se ogni volta che urtassi qualcuno sentissi il senso di colpa non potresti mai vivere, proprio perché sarebbe impossibile evitare di urtare altre particelle.
E tu, caro mio, sei un insieme di microscopiche particelle il cui unico scopo è urtarsi senza sosta: in te, nel tuo organismo, proprio in questo momento avvengono miliardi di urti al secondo. Per fortuna che lì non esistono concetti come il senso di colpa, il bene o il male, altrimenti vivresti un vero inferno, anzi non vivresti proprio.

Il voler portare la pace per fermare la guerra è un principio di per sé erroneo. Gli urti (intesi come piccole guerre) stanno alla base del processo creativo, in tutti i piani esistenziali.
In pratica la realtà è sempre in guerra.
Chi cerca la pace eterna la troverà in fondo alla propria fossa.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: