Forza di volontà: il segreto di Steve Jobs per aumentarla

fonte:  http://www.efficacemente.com/2015/04/forza-di-volonta/

Un metodo semplice ed efficace per aumentare la tua forza di volontà.

forza di volontà

“Alle persone non manca la forza: manca la volontà.”

Victor Hugo.

Dolcevita nero, jeans modello 501 della Levi’s e scarpe sportive della New Balance. Per più di un decennio questa è stata l’uniforme di Steve Jobs nella stragrande maggioranza delle sue apparizioni pubbliche.

Come racconta Isaacson nella biografia “Steve Jobs“, dietro questa eccentrica scelta stilistica, si nascondeva la volontà di creare un look immediatamente riconoscibile dai fan della Apple.

Ma questa non è l’unica motivazione.

Nel 1998 Jobs ordinò più di 100 dolcevita neri identici, al designer giapponese Issey Miyake, anche per un’altra ragione. Una ragione che ha poco a che fare con il personal branding, ma che in compenso ci può essere molto utile per capire come poter aumentare la nostra forza di volontà.

Ps. è la stessa ragione per cui Obama e Zuckerberg indossano quasi sempre gli stessi vestiti.

La forza di volontà e la fatica di decidere

In passato ti ho proposto diverse strategie pratiche per allenare (ed aumentare) la tua forza di volontà. Trovi tre delle migliori in questo articolo. Non ha però molto senso accrescere la tua forza di volontà se poi la sprechi in decisioni futili.

Siamo infatti tutti soggetti a quella che viene definita “decision fatigue“.

La “decision fatigue“, che potremmo tradurre letteralmente con l’espressione “fatica decisionale“, è un concetto ben noto in psicologia e indica la tendenza della mente umana a prendere decisioni sempre peggiori all’aumentare del numero delle stesse. In altre parole, esiste un legame tra decisioni e forza di volontà: più scelte facciamo e più il nostro autocontrollo si deteriora.

forza-di-volonta-batteriaIl perché di questo comportamento è spiegato egregiamente dal Prof. Roy F. Baumeister che paragona la nostra forza di volontà alla batteria di uno smartphone.

Quando siamo ben riposati e nutriti, la nostra forza di volontà è ai massimi livelli. Questa “batteria mentale” tende tuttavia a scaricarsi ad ogni nostra decisione (in termini scientifici si parla di “Deplezione dell’Io“).

Fare una scelta infatti, anche quella più banale, ha un “costo biologico”, e consuma le nostre energie mentali.

Questo è il motivo per cui a fine giornata tendiamo a schiantarci davanti alla TV, saltare l’allenamento in palestra o cercare qualche cibo spazzatura con cui ingozzarci. Ed è la stessa motivazione per cui persone di successo come Steve Jobs, Barack Obama e Mark Zuckerberg hanno deciso di ridurre il proprio guardaroba ai minimi termini.

Indossare ogni giorno la stessa tipologia di vestiti è un modo (estremo) per ridurre la decision fatigue e conservare intatta la forza di volontà per quelle scelte cruciali che devono essere prese da un CEO o da un capo di stato.

Vabbé André, t’ooo sogni che io mi metta ogni giorno quel minchia di maglioncino nero!

Lasciando da parte le strategie estreme di Jobs & Co., nell’ultima parte dell’articolo vorrei proporti alcuni accorgimenti pratici ed efficaci per ridurre le decisioni inutili ed aumentare quotidianamente la tua forza di volontà: vediamoli nel dettaglio.

Come ridurre le decisioni inutili e aumentare la tua forza di volontà

Quand’è che la nostra “batteria” della forza di volontà è ai massimi livelli? Yep! Quando siamo ben riposati e nutriti. La prima tecnica per mantenere intatte le nostre riserve di autocontrollo consiste dunque nel non sprecarne neanche una goccia al mattino, quando il “recipiente” è pieno 😉

1. Adotta una precisa routine mattutina

Se vuoi iniziare la giornata con una marcia in più, devi iniziarla col pilota automatico. Sì, hai letto bene. Devi assolutamente cercare di minimizzare le decisioni che prendi nei primi 60′ dal risveglio:

  • Prepara la sera prima i vestiti che indosserai per il lavoro o l’università.
  • Decidi in anticipo cosa mangerai a colazione.
  • Evita di rispondere ad email o sbirciare i social. Mettere un “mi piace” è comunque una decisione. Beh… questo post è un’eccezione! Fai un bel “like” senza neanche pensarci 😉

Se poi vuoi passare al livello successivo, non limitarti ad evitare le decisioni futili, ma adotta una vera e propria routine mattutina che ti carichi quotidianamente di energia. Il miglior modo per farlo? Dedica i primi 60′ della tua giornata alla cosiddetta ora sacra.

2. Utilizza delle checklist

Qualsiasi sia il nostro lavoro, avremo sempre a che fare con una parte, più o meno importante, di attività routinarie (leggi “pallose”). Le peggiori in assoluto sono quelle che hanno una frequenza settimanale, mensile o trimestrale.

Per quanto ripetitive infatti, queste attività ci richiedono ogni volta di decidere esattamente cosa dobbiamo fare, come dobbiamo farlo, entro quando dobbiamo farlo, etc.

Alla luce di quanto abbiamo visto finora, questo è un inutile spreco della nostra energia mentale.

Come evitarlo?! Utilizzando le checklist.

Definisci per ogni tua attività routinaria una precisa checklist (sequenza di attività) delle cose da fare. Scrivi la tua checklist una sola volta e poi dimenticatene finché non dovrai tirarla fuori per completare per l’ennesima volta quella scocciatura amministrativa.

Se poi sei un libero professionista o un imprenditore, ricorda che definire le tue checklist è il primo passo fondamentale per delegare queste attività ai tuoi collaboratori.

3. Stabilisci i tuoi pasti

Esiste uno stretto legame tra dieta e forza di volontà. Come visto, le decisioni che prendiamo durante il giorno tendono a consumare le nostre energie fisiche. E indovina un po’ a che livello è la nostra “batteria mentale” poco prima di un pasto?

Già: sotto zero!

Per questo motivo, per quanto possiamo sforzarci di seguire la nostra benedetta dieta, quando siamo affamati e dobbiamo scegliere tra una sana insalatina e una cofana di spaghetti all’amatriciana, il nostro cervello propenderà automaticamente per la seconda.

Un’ottima strategia per evitarlo è quella di decidere in anticipo i nostri pasti.

Questo vale anche per quando mangiamo a casa: invece di aprire il frigo e svaligiarlo al primo attacco di fame, decidi i tuoi pasti per i prossimi 3-4 giorni e fai acquisti al supermercato solo ed esclusivamente sulla base di questi pasti. Perderai meno tempo a fare spesa, sprecherai meno soldi, e migliorerai la tua linea 😉

“La vera forza di volontà consiste nel fare ciò che dobbiamo, quando meno lo vogliamo.”

Ps. se in generale hai problemi di autocontrollo (mangi le peggio schifezze, acquisti in modo compulsivo, sprechi ore su Internet, etc), ti consiglio caldamente di leggere questo articolo di approfondimento sul tema.

So quello che stai pensando

Madooo’ André che pesantezza! Ma non si può mica vivere così, programmando ogni singolo aspetto della propria esistenza! Io devo nutrire la mia creatività col brivido dell’imprevisto e dell’imprevedibile…

Ci può stare. Lascia però che ti racconti brevemente un episodio accaduto di recente.

Qualche settimana fa ho pubblicato un post dedicato al “diario efficace“, un modello di diario che si basa su 5 domande quotidiane. La domanda che più di ogni altra ha messo in difficoltà diversi lettori è stata la seguente:

“Chi sarò diventato da qui a 5 anni?”

Questo mi ha fatto riflettere.

Odiamo sentirci ingabbiati in delle routine quotidiane e per questo difendiamo a spada tratta la libertà di prendere decisioni piuttosto futili, che ci danno un’illusione di libertà, creatività e indipendenza. Allo stesso tempo però, senza accorgercene, ci ritroviamo costantemente ingabbiati in un’esistenza che non ci appartiene, ma non troviamo il tempo e non abbiamo l’energia mentale per prendere le decisioni davvero importanti che possono rivoluzionare la nostra vita.

Sia chiaro, nessuno vuole importi comportamenti estremi alla Steve Jobs. Testare e mettere in pratica le 3 strategie che ti ho suggerito (routine mattutina, checklist, pianificazione dei pasti) non ti farà di certo male.

  • Se certe accortezze non faranno per te: avrai imparato qualcosa di nuovo su te stesso.
  • Se al contrario, questi piccoli cambiamenti riusciranno a liberare anche solo un grammo di quella energia mentale necessaria per rincorrere i tuoi obiettivi più ambiziosi, beh… direi che ne sarà valsa la pena.

Chissà, magari tra qualche mese, invece di perdere tempo a decidere quale filtro utilizzare su Instagram, inizierai a pensare a chi vuoi davvero essere da qui a 5 anni, ma cosa ancora più importante, avrai la forza di volontà necessaria per diventare quella persona.

Buona settimana. Andrea 😉

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: