ISTRUZIONI PER FARE UN VIAGGIO ASTRALE


Ecco la traduzione in italiano di un buon link (http://www.wikihow.com/Perform-Astral-Projection) , dove vengono spiegate in dettaglio le prime fasi per chi vuole approcciarsi a questo fenomeno; ci sono inoltre delle bellissime illustrazioni molto esplicative. Le indicazioni sono generiche e mi sono permesso di aggiungere alcune mie considerazioni  ed approfondimenti. Spero non me ne vogliano gli autori..

Il viaggio astrale ci permette di fare un’esperienza fuori dal nostro corpo fisico (OOBE -Out of Body Experience) e, secondo alcuni, di raggiungere uno stato di consapevolezza amplificata.
Le persone possono fare esperienza di un viaggio astrale durante i loro sogni oppure durante esperienze di pre-morte. In questa guida sono indicati i passaggi utili ad aiutarti a compiere il tuo primo viaggio astrale.

Parte 1 di 3: Preparazione per la proiezione astrale

Immagine
 1 – Iniziare la mattina Invece di praticare la proiezione astrale di notte, giusto prima di andare a dormire, inizia nelle prime ore del mattino quando si è ancora assonnati.
Alcuni dicono che è più facile raggiungere lo stato necessario di rilassamento e di accresciuta consapevolezza intorno all’alba.
Immagine
2 – Creare la giusta atmosfera.
La proiezione astrale richiede uno stato di profondo rilassamento, quindi dovrebbe essere eseguita in una parte della tua casa in cui sei completamente a tuo agio. Scegli un luogo comodo e confortevole come il letto o il divano di casa tua sdraiati e rilassa il corpo.
Conoscere l’ambiente circostante aiuta, e rende più semplici, i primi passaggi. 
Assicurati che non ci siano rumori che possano distrarti e luci che influiscano sulla tua concentrazione.

  • E’ più facile ottenere una proiezione astrale da soli che in presenza di qualcun altro nella stanza. Se di solito si dorme con un partner, scegli una stanza diversa dalla camera da letto per praticare.
  • Chiudere finestre e tende, spegnere le luci ed evitare rumori che possano distrarre. Qualsiasi tipo di interruzione potrebbe compromettere lo stato di rilassamento che è necessario raggiungere. 
Immagine
3 – Sdraiarsi e rilassarsi.
Posizionati sulla schiena sdraiato supino. Chiudi gli occhi e cerca di liberare la mente da qualsiasi pensiero. Concentrati sul tuo corpo e sulle sensazioni che percepisci. L’obiettivo è quello di raggiungere uno stato totale di relax corporeo e mentale.

  • Sciogli ed allenta i muscoli del corpo: puoi aiutarti immaginando una luce di color azzurro che attraversa il corpo dal basso verso l’alto, sciogliendo ogni tensione al suo passaggio. Inizia dalle dita dei piedi e risalendo fino alla testa e soffermandoti su ogni parte. Assicurati che ogni muscolo sia completamente rilassato quando la luce lo sta attraversando.
  •  Respira profondamente ed espira completamente. Lascia andare via la tensione nel tuo petto e nelle spalle.
  • Concentra la mente sul respiro. Cerca di non pensare alle preoccupazioni, al lavoro, al futuro ed al passato lascia fuori ogni pensiero, concentrati solo sul “qui ed ora”. Lasciati dolcemente sprofondare in un profondo relax rivolto alla tua anima.

Parte 2 di 3: l’uscita dal corpo

Immagine
1 –  Raggiungere uno stato ipnotico.
Questo stato ipnotico è normalmente noto come lo stato “ipnagogico”. Lascia che il tuo corpo si addormenti inducendo la mente al sonno ma senza perdere completamente la coscienza. Occorre raggiungere uno stato particolare di dormiveglia durante il quale ti ritrovi al margine tra la veglia ed il sonno. Affinchè la proiezione si verifichi è necessario raggiungere uno stato ipnotico. Per raggiungere questo stato potete usare il seguente metodo:

  • Tieni gli occhi chiusi e lascia che la mente si concentri in una parte del tuo corpo, come la mano, un piede o una sola punta.
Immagine
  • Concentrati su questa parte del corpo fino a quando è possibile visualizzarla perfettamente, anche con gli occhi chiusi. Continua a metterla a fuoco fino a quando tutti gli altri pensieri svaniscono.
Immagine
  • Usa la tua mente per flettere la parte del corpo, ma non devi spostarla fisicamente. Visualizza le dita dei piedi, immagina di stringerle e di riaprirle fino a quando ti sembrerà come se fossero fisicamente in movimento.
Immagine
  • Porta la tua attenzione al resto del corpo. Muovi le gambe, le braccia e la testa usando solo la mente. Manteni questa attenzione costante fino a quando non sarai in grado di muovere tutto il corpo solo con la tua mente.
Immagine
2 – Entrare in uno stato di vibrazione. Molti, nel momento in cui l’anima si prepara ad uscire dal corpo riferiscono di sentire delle vibrazioni, che vengono in onde a frequenze diverse. Non avere paura delle vibrazioni, in quanto la presenza della paura potrebbe interrompere bruscamente il tuo stato di concentrazione; lasciale andare fino a che avverrà l’uscita dal corpo.
Immagine
3 – Usa la tua mente per muovere l’anima dal corpo. Ora dovresti essere capace di muovere tutto il tuo corpo solo nella tua mente.
Visualizza nella tua mente l’immagine della stanza in cui ti trovi e muovi, solo nella mente, il tuo corpo per alzarti in piedi. Guardati intorno.
Conoscere bene l’ambiente in cui ti trovi è molto importante per questo passaggio.
Non cercare di focalizzare la tua attenzione su un qualcosa in particolare, solo usa la tua immaginazione.
Alzati dal letto, se ti risulta faticoso rotola per terra e cammina per la stanza, poi girati e guarda il tuo corpo disteso sul letto:  riesci a vederlo, oppure il letto è vuoto?
Finalmente sei uscito fuori !  il sé cosciente è ora separato dal corpo.
Ci vuole molta pratica per arrivare a questo punto. Se hai problemi a sollevare completamente l’anima dal corpo, prova a sollevare solo una mano o una gamba in un primo momento. Ripeti questa pratica fino a quando non sei in grado di muoverti per la stanza.
Immagine
4 – Rientra nel tuo corpo. La tua anima è sempre collegata al tuo corpo fisico da una forza invisibile che viene comunemente chiamata ” il cordone d’argento” perchè è una energia che assume l’aspetto di una corda. Per rientrare basta volerlo, è un processo istantaneo. Muovi le dita delle mani e dei piedi – fisicamente, non solo nella tua mente – e risvegliati dolcemente in piena consapevolezza.
Naturalmente questo non è stato un viaggio astrale, ma vi si avvicina molto e, con la pratica, puoi imparare ad andare oltre e a fare maggiori esperienze del mondo in quello stato di coscienza. In futuro potrai viaggiare liberamente fuori dal tuo corpo.

Parte 3 di 3: Esplorazione del Piano Astrale

1 – Ripeti gli stessi passaggi.  Per poterti spostare fuori dalla tua stanza devi programmare questa intenzione già dal momento in cui sei sveglio e ti accingi al rilassamento. Quando sei fuori dal corpo, questa volta invece di girarti a guardare te stesso immagina di essere proiettato nella stanza accanto. Lascia la stanza e cammina in un’altra stanza della casa.
Immagine
  • Guardati intorno una volta là ed esamina i dettagli, prendi nota nella tua mente di qualcosa che non avevi mai notato prima: colore, forma e dimensione, presta attenzione a quanti più dettagli possibili.
Immagine
  • Una volta rientrato nel tuo corpo vai fisicamente nella stanza che hai visitato in precedenza durante la proiezione astrale. Vedrai che quell’ oggetto che hai memorizzato esiste, e questo ti aiuterà ad acquisire fiducia nelle tue capacità di viaggiatore astrale! Osserva l’oggetto che hai esaminato. Puoi confermarne tutti i dettagli? Ci sono delle differenze?
Immagine
2 – Esplora ulteriormente. Nelle sessioni future ripeti la proiezione astrale e osserva altri dettagli. Ad ogni sessione raggiungi luoghi che ti sono meno familiari e, a sessione terminata, vai a controllare con il tuo corpo fisico. Con l’esperienza potrai proiettarti in luoghi di cui non ti sarà possibile andare a verificare i dettagli. Avrai comunque la conferma di aver compiuto un viaggio astrale.
Immagine

3 – Consigli

  • Cerca di non essere stanco mentalmente o fisicamente quando affronti un viaggio astrale, la tua concentrazione potrebbe risentirne negativamente. Prova dopo aver fatto un bagno caldo e rilassante e scegli un momento in cui non hai preoccupazioni o impegni che ti distraggano.
  • Ricordati sempre che sei tu ad avere il controllo e che, se vuoi interrompere l’esperienza, ti basterà muoverti per richiamare la tua mente nel tuo corpo fisico.
  • Fai pratica stando completamente fermo e disteso, come se fossi paralizzato. Trova una posizione comoda e non muovere NESSUNA parte del corpo (chiudi gli occhi). Inizia con una pratica di 15 minuti.
  •  Ricordati di non emozionarti troppo o tornerai nel tuo corpo fisico.
  • Alcuni dicono che la proiezione astrale è pericolosa, soprattutto quando si ha abbastanza pratica per esplorare luoghi sconosciuti. Da quello che si è potuto constatare non c’è alcun pericolo se non quello attratto dalle nostre paure,  ma se può aiutarci ad essere tranquilli:  prima di tentare una uscita è utile immaginare se stessi immersi in una luce bianca protettiva incandescente. Immaginate come una nuvola intorno a voi, questo vi proteggerà da altre forme di pensiero associando una richiesta di protezione alla proprio “Angelo Custode” o altra figura religiosa, per chi è credente.

..allora che dire…BUON VIAGGIO!

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: