Aesthetic Overload – meeting ARNOLD, TIMBAHWOLF/LAFIT


 

Come superare il complesso di inferiorità in 6 mosse.


Fonte: http://oltreuomo.com

Ti senti l’ultimo degli stronzi?

Credi di non valere nulla rispetto al tuo compagno di banco, di corso, di vita?

Tutti sono più carismatici e arroganti di te?

Soffri di complesso di inferiorità!

Ma non temere, sono in tanti a soffrirne. Quindi non sei l’ultimo degli stronzi, sei solo uno stronzo nel mucchio. Ma come ci insegna la fisica, gli stronzi galleggiano. Tu puoi addirittura volare sopra tutti gli altri stronzi. Basta seguire questi semplici consigli.

COMPLESSO DI INFERIORITà COVER

#1 Accetta di essere una persona mediocre.

Prima di tutto devi accettare il fatto di essere una persona qualsiasi. Lo so che è difficile con tuo padre che continua dirti quanto sei geniale. Per lui è un fatto di orgoglio, sei sperma del suo sperma. Ma la verità è che non vali niente.

 

#2 Accetta il fatto che tutti sono tristi perché la vita è una merda.

Smettila di guardare agli altri con invidia. Nessuno è felice. La vita funziona più o meno così:

Desiderio di qualcosa – lotta per realizzare quel desiderio – soddisfazione (o felicità se preferite) – nuovo desiderio di qualcosa.

Siccome la felicità è solo l’appagamento che segue il raggiungimento di un desiderio, non può essere duratura. Non importa a quale livello stai giocando, cioè quale desiderio lotti per raggiungere, l’appagamento sarà uguale per tutti perché limitato biologicamente. Cioè sia che lotti per farti Bar Refaeli sia che lotti per farti la vicina di ombrellone sia che lotti per farti tua moglie, la felicità quando ottiene ciò che vuoi sarà uguale per tutti.

 

#3 Impara che non ha senso invidiare gli altri.

Se hai capito anche solo la metà del punto precedente, dovrebbe esserti chiaro che non ha senso invidiare gli altri. Stanno male quanto te (o forse peggio).

 

#4 La tua ammirazione non è una misura attendibile del valore di una persona.

Siccome soffri del complesso di inferiorità sei portato a credere che tutte le persone che incontri siamo meglio di te. Direi proprio di no. I risultati che chiunque ottiene nella vita sono il prodotto di tre variabili:

  • Contesto sociale: famiglia, amici, parenti e paraculate varie
  • Culo: essere nel posto giusto al momento giusto è una cosa che nemmeno Goku può controllare
  • Testardaggine: l’unico modo in cui puoi far credere agli altri di valere qualcosa è impuntandoti. Cioè rompendo i coglioni finché non ottieni ciò che vuoi. Questa attitudine si nota già nei bambini molto piccoli, quelli che si attaccano ai coglioni del padre perché vogliono il gelato nella vita faranno grandi cose.

#5 La popolarità non coincide con il merito.

Come abbiamo detto prima, uno non diventa popolare e stimato in qualcosa solo perché è bravo. Ma perché è figlio di, perché ha una botta di culo e perché non si dà mai per vinto. Quindi non sentirti inferiore a lui, potresti solo essere stato più sfigato.

 

#6 Smettila di sentirti inferiore di qualcuno che nemmeno conosci.

Non si può entrare nella vita delle altre persone, nemmeno di quelle con le quali credi di avere una forte intimità. La verità è che conosci veramente solo te stesso. Per questo non puoi sapere contro quali demoni combattono tutte le persone che reputi più riuscite di te. Forse il tizio che invidi, così popolare, così sorridente e così desiderato, la sera quando torna a casa si fa il bagno nel Lexotan.

🖕 Fuck Traditional “Self-Help” 🖕 (The #1 Reason Why Nothing You Do To Feel Better Ever Works)


 

DROP THE SCARSITY


 

ASHTVAKRA GITA in pillole


Lo splendore è la mia natura essenziale.
Quando il mondo risplende, sono  solo io che risplendo.

Quando non c’è “io” c’è liberazione
… non sei nulla di ciò  che i tuoi occhi possono vedere. Perciò sii beato.

Colui che conosce Quello non è toccato (da buone o cattive azioni), come il cielo non è toccato dal fumo, nonostante lo sembri… non ho attaccamento per alcuna cosa e nulla rifiuto

Riconoscendo che tutte le cose sono costruzioni dell’immaginazione, la grande anima vive come Dio, qui e  ora.

Non ho nulla da perdere dormendo, e non ho nulla da guadagnare sforzandomi, perciò vivo come mi pare
Riconoscendo che in realtà nessuna azione è mai stata commessa, vivo come mi pare

La felicità appartiene a quella persona supremamente pigra per la quale anche l’aprire e  chiudere gli occhi sia un disturbo

Smetti completamente la meditazione… Tu sei per natura libero,  dunque cosa realizzerai forzando la mente?

puoi recitare ed ascoltare innumerevoli scritture, ma non sarai centrato finché non avrai dimenticato ogni cosa

il saggio gode del Supremo senza neppure volerlo

“Questa azione è stata compiuta dal corpo, non da me”: la persona di natura pura pensa a questo modo,  non agendo anche quando agisce.

Usando le pinze della conoscenza della verità ho estratto la dolorosa spina delle opinioni senza fine
morso dal nero serpente: l’opinione…  bevi l’antidoto della fede ammettendo il fatto che “io non sono colui che agisce”, e sii felice.

E’ nell’oceano infinito di me stesso che il vento dei pensieri si placa

Brucia la foresta dell’illusione con il fuoco della comprensione che “io sono Pura Consapevolezza”
… Essendo pura consapevolezza, non disturbare la mente con opinioni favorevoli o contrari

Il dualismo è la radice della sofferenza

Per me che sono beato e senza limitazioni, non vi sono iniziazioni, discepoli o  maestri e non c’è uno scopo per la vita umana.

Che meraviglia sono! Gloria a me, per il quale non c’è dissoluzione, che rimane sempre oltre la distruzione

Che meraviglia è che nell’oceano illimitato di me stesso, le onde degli esseri viventi si alzino, si scontrino, giocano e scompaiono

La schiavitù è amore dei sensi: Schiavitù è quando la mente è avviluppata da uno dei sensi… La Liberazione è avversione verso gli oggetti dei sensi. Questa è la conoscenza. Ora fai ciò che vuoi.
Questa consapevolezza della verità fa sì che l’uomo loquace, intelligente ed energico diventi muto, stupido e pigro, perciò è evitata da coloro il cui obiettivo è il piacere.

Non sei il fruitore delle conseguenze.
Tu sei eterna, pura consapevolezza, il testimone, non hai bisogno di niente – perciò vivi felice.

Quando non c’è nulla da ottenere, che cosa puoi o devi fare?

Per me, che sono stabile nella mia gloria non ci sono obblighi, non c’è passato, futuro o presente. Nulla è lontano o vicino, nulla all’interno o all’esterno, nulla di  grande o di piccolo.

Il desiderio e la rabbia sono oggetti della mente, ma la mente non è tua, non è mai stata tua

Lascia che il corpo giunga alla sua fine proprio ora. Che cosa hai guadagnato o perso, Tu che sei pura consapevolezza?
Tu non vai e non vieni, dunque perché preoccuparsi?

Lascia che l’onda del mondo cresca e cali secondo la sua natura dentro di te, che sei il Grande Oceano

tu sei fatto di pura consapevolezza, e il mondo non è separato da te. Dunque cosa c’è da  accettare o da rifiutare, come e perché?

Come possono esserci nascita, karma o responsabilità in quella immutabile, pacifica, immacolata e infinita  consapevolezza, quale tu sei?

Qualsiasi cosa tu vedi, sei solo tu manifestato in essa. Come potrebbero bracciali, gioielli e cavigliere essere  differenti dall’oro di cui sono fatti?

la tua mente si  rappacificherà solo con la cessazione del desiderio, al di là di tutti gli obiettivi… Tutti soffrono a causa dei loro sforzi per realizzare qualcosa, ma nessuno la realizza: attraverso questa  istruzione, l’uomo fortunato raggiunge la tranquillità.

In colui per il quale l’oceano del samsara si è prosciugato lo sguardo è vuoto, i suoi comportamenti sono senza scopo, i suoi sensi inattivi.

Colui la cui mente pensante si è dissolta raggiunge uno stato indescrivibile ed è libero dalla esposizione mentale dell’illusione, del sogno

La mente libera dalle coppie di opposti quali: “Ho fatto questo” e “Non ho fatto quello”, diventa  indifferente al merito, alla ricchezza, alla sensualità ed alla liberazione.

Lasciando da parte distinzioni quali “Quello è ciò che sono” e “Io non sono quello”, riconosci che “tutto è il me stesso”, e sii senza distinzioni e felice

NU DEEP HOUSE


 

Pubblicato su SVAGO. Leave a Comment »

ESEGUI GLI ORDINI DEL PIANO DIVINO


di giorno in giorno, mese in mese, anno in anno impara a riconoscere i SUOI segnali e limitati seguire le SUE indicazioni.

Attieniti al piano, non fare di testa tua.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: