RISCOPRIRSI – G. Pintaudi


RISVEGLIO – Con gli esercizi delle Antiche Scuole Esoteriche, libro di Salvatore Brizzi


Risveglio Brizzi

-

-

RIASSUNTO ESERCIZI

Esercizio I
Ricordiamoci di noi mentre ci spogliamo e ci vestiamo.

-


Esercizio II
Ricordiamoci di noi mentre ci spogliamo e ci vestiamo. 


Ricordiamoci di noi ogni volta che attraversiamo una porta. 

-


Esercizio III
Ricordiamoci di noi mentre ci laviamo i denti, ci laviamo il viso,
facciamo la doccia, la barba, ci depiliamo. 

-


Esercizio IV
Proseguiamo come Esercizio III. 

-


Esercizio V
Ricordiamoci di noi ogni volta che attraversiamo una porta.

-

Esercizio VI
Eliminiamo una parola dal nostro parlare.
Ricordiamoci di noi mentre ci spogliamo e ci vestiamo, come
all’Esercizio I.

-


Esercizio VII
Mangiamo con consapevolezza. 

-
Esercizio VIII
Mangiamo con consapevolezza.
Eliminiamo una parola dal nostro parlare. 

-
Esercizio IX
Imitiamo la postura e i gesti del nostro interlocutore.
Ricordiamoci di noi tutte le volte che ci alziamo e sediamo. 

-


Esercizio X
Rilassiamo i muscoli del corpo almeno 1 volta ogni ora.
Decidiamo di non assumere più una certa postura. 

-


Esercizio XI
Ricordiamoci di noi mentre camminiamo per tratti di pochi minuti.
Ricordiamoci di noi tutte le volte che ci alziamo e sediamo. 

-


Esercizio XII
Ricordiamoci di noi tutte le volte che squilla un telefono.
Ricordiamoci di noi mentre camminiamo, come all’Esercizio XI.

-
Esercizio XIII
Mangiamo con la mano sinistra.
Ricordiamoci di noi mentre ci spogliamo e ci vestiamo, come
all’Esercizio I. 

-
Esercizio XIV
Ricordiamoci di noi tutte le volte che accendiamo un interruttore.

Svolgiamo le attività della ‘zona bagno’ (barba, depilazione,
denti…) con la mano sinistra.

-
Esercizio XV
Ricordiamoci di noi mentre espletiamo le nostre funzioni organi-
che (pipì e cacca). 

-
Esercizio XVI
Proseguiamo come Esercizio XV.
Ripetiamo “Io sono”, almeno una volta ogni ora. 

-
Esercizio XVII
Proseguiamo sempre come Esercizio XV.
Ricordiamoci di noi tutte le volte che iniziamo a parlare con qual-
cuno. 

-


Esercizio XVIII
“Cammina sempre un metro dietro di te”. 

-
Esercizio XIX
Proseguiamo come Esercizio XVIII.
Resistiamo a ogni desiderio di approvazione. 

-
Esercizio XX
Ripetiamo “Io sono”, almeno una volta ogni mezz’ora.
Osserviamo quale emozione proviamo prima di rispondere al tele-
fono. 

-
Esercizio XXI
Ripetiamo “Io sono”, almeno una volta ogni mezz’ora.
Non pensiamo a un dato argomento per l’intera giornata. 

-
Esercizio XXII
Camminiamo immaginando di non avere più la testa.
Ricordiamoci di noi al momento dell’orgasmo
-
Esercizio XXIII
Camminiamo immaginando di non avere più la testa.
Evitiamo di pronunciare il termine “Io”. 

-
Esercizio XXIV
Ricordiamoci di noi mentre guardiamo la televisione.
Evitiamo di pronunciare il termine “Io”. 


Ricordiamoci di noi al momento dell’orgasmo. 

-
Esercizio XXV
Ricordiamoci di noi mentre parliamo con altre persone.
Sforziamoci di cambiare andatura mentre camminiamo.

RISCOPRIRE SE STESSI


“Sii luce a te stesso” – Buddha … essere se stessi, qualunque cosa questo voglia dire, significa onorarSi. Magari non ti tutti ti ameranno quando sei sempre te stesso ed è possibile persino che si collezioni un po’ di nemici lungo la via. A nessuno piace fingere di essere quello che non si è, e quindi quando si trova qualcuno che non gioca quella finzione, si sarà un riflesso di quella contrazione. E quindi per alcuni potremmo essere fonte di ispirazione per esprimersi per quello che si è veramente e per altri invece saremo il doloroso ricordo di un tradimento ancora in atto. Non tutti quindi ci ameranno, ma tutti nel rispettarti, alla fine ti rispetteranno.

Se non ci tradiamo per compiacimento o per paura, riconquistiamo quel centro del sentire che resta spesso offuscato dalle mille voci del condizionamento. Il corpo ci dice continuamente la nostra direzione, ci dice sì e no, con segnali di espansione e contrazione. Ma abbiamo perso l’abitudine a seguirlo perché siamo stati addestrati a distogliere l’attenzione da quello che è immediatamente evidente, per andare su ciò che ci è stato insegnato come giusto o sbagliato. Accade a quel punto che ci sentiamo confusi e tristi e che non sappiamo più cosa sia quello che davvero vogliamo perché abbiamo perduto il contatto con quel centro interiore.

Abbiamo imparato in parole povere a tradirci e siamo stati premiati nel farlo. Abbiamo infatti imparato a fare quello che ci era stato insegnato come giusto e abbiamo scordato quello che sentivamo che fosse giusto per noi. Ci siamo persi. Interrompere questo meccanismo non può che generare inizialmente paura: paura di restare soli, paura di perdere l’approvazione etc se non seguiamo quello che ci viene insegnato come giusto. Ma non appena iniziamo a seguire quello che noi sentiamo come giusto per noi stessi, nonostante tutto, quella paura si trasformerà in gioia e senso di libertà. Quella paura era infatti la nostra stessa gioia che si era contratta attorno ad un senso del “me”, attorno ad un senso di separazione.

A volte sono proprio coloro che sembrano opporsi di più a noi che diventano l’opportunità per riconquistare quella parte di sé che si era perduta nel condizionamento. Infatti in quelle occasioni dopo aver barattato noi stessi in cambio di una finta sicurezza ci ritroviamo costretti quasi a dover riconquistare quella parte di noi. 

All’inizio potrebbe sembrare qualcosa di difficile, ma dopo una prima volta ci rendiamo conto che il prezzo da pagare nel non mostrare quello che veramente sentiamo e vogliamo è troppo alto, perché significa perdere se stessi. E dopo una prima volta la ricompensa di una ritrovata libertà e senso di espansione è tale che la svolta è iniziata. 

Il meccanismo del condizionamento si è rotto, e sebbene possano volerci anni a far sì che se ne vada del tutto, nulla sarà più come prima. Abbiamo assaggiato quell’apertura e sarà quell’apertura stessa a guidarci verso Casa.

Shakti Caterina Maggi

fonte:  http://www.avasashakti.blogspot.it

the machine – 2014


Streaming:

Firedrive
Nowvideo
Speedvideo
Videopremium
Download:
Rapidgator
Uploadinc
Backin: 1° Tempo2° Tempo
Ddlstorage: 1° Tempo2° Tempo
Nowdownload: 1° Tempo2° Tempo

Tusfiles: 1° Tempo2° Tempo

GOLDEN BOY, demenzialità istruttiva


-

IMPARO, IMPARO, IMPARO….

-

FILM SU ALCHIMIA E MASSONERIA


PNL per la Leadership


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 294 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: